Polytune TC Electronics - Applicazione per iPhone e iPod Touch

Author: DanieleBazzani / Date: Sun, 05/16/2010 - 13:25 /

Descrizione

Entro subito nel dettaglio e ripeto per quanti ancora non lo conoscessero che il vero Polytune ਠun accordatore a pedale in grado di funzionare come un tradizionale tuner, riconoscendo le note una per volta oppure, e questa ਠla novità , tutte insieme: si suonano le sei corde a vuoto e si aspetta.

Sullo schermo, come per magia, si materializzano sei indicatori verdi se siamo accordati; sono invece accompagnati da altri rossi, sopra o sotto, in corrispondenza di quelle corde che sono crescenti o calanti. Pazzesco.

Basta quindi suonare le sei corde insieme e immediatamente abbiamo un’idea chiara di quali modifiche dovremo apportare per accordarci, la prima luce da sinistra ਠrelativa alla sesta corda, l’ultima a destra al Mi cantino.

La grafica sul nostro iPod Touch riproduce esattamente il look del pedale: il marchio in alto a sinistra, il quadrato con bordi stondati al centro, sulla parte inferiore di questo appare l’indicazione “guitar” o “bass” a seconda di ciಠche abbiamo selezionato, e l’accordatura (Mi, Mi bemolle e via dicendo) con relativo pitch. Possiamo accordarci a 440Hz ma il range disponibile va da 435 a 445Hz.

Il display, quando accordiamo una nota per volta, puಠmostrare l’ago che cerca il centro o la modalità  rotazione: pi๠siamo vicini all’accordatura corretta, pi๠lentamente le luci ruotano.

Nei settaggi c’ਠla modalità  per accordare in Mi  ma possiamo scendere di una quarta, fino a Si.

Resta solo da dire che possiamo utilizzarlo tramite jack (deve essere perಠfatto apposta) o microfono, il mic integrato delle cuffiette Apple funziona benissimo, io invece ho usato un microfono esterno ancora migliore che sfrutta la stessa entrata delle cuffie (come il jack eventuale).

 

 

Il test

Superato brillantemente, e potrei finirla qui!  Il Polytune ਠmolto preciso, ci sentiamo un po’ presi in giro quando vediamo sei luci accendersi simultaneamente ma poi ci rendiamo conto che ਠtutto vero: la storia degli accordatori “una nota alla volta” subisce una brusca frenata.

Il software ਠdavvero incredibile: se suoniamo tutte le corde o una per volta passa in un attimo dalla modalità  Mono a quella Poly, la precisione e la velocità  con cui ci permette di accordare sono impressionanti. Abbiamo provato altre applicazioni simili ma non hanno la stessa precisione e qualità .

 

 

Non avendo a disposizione un cavo dedicato non ho potuto testare il funzionamento tramite jack, ma se il microfono funziona cosଠbene il cavo non potrà  che migliorare.

Daniele Bazzani

 

Comments

DanieleBazzaniSun, 05/16/2010 - 16:57 May 16, 2010

Ciao Davide, non ho riscontrato il problema cui accennavi, per fortuna!

L'applicazione sarà a pagamento e non credo sia possibile utilizzarla su Mac essendo specifica per dispositivi portatili, ma se hai esperienze diverse allora forse si può.

DanieleBazzaniSun, 05/16/2010 - 17:23 May 16, 2010

ciao Camp, il Polytune è micidiale in concerto, molto meglio di un accordatre tradizionale, ma il pedale, non questo.

GregaryPeccarySun, 05/16/2010 - 20:01 May 16, 2010

possiedo il polytune (a pedale) ormai da due mesi buoni e devo dire che è diventato il mio padale preferito. veloce, preciso e intelligibile perfetto per i live, spesso e volentieri facendo jazz porto solo lui.

se proprio gli si vuole trovare qualche difetto :

1. si può accordare solo in mute, o almeno credo...(se qualcuno ha scopreto come si può accordare anche sentendo il suono me lo faccia sapere)

2. difetto che ho riscontrato su TUTTI gli accordatori che ho avuto sotto mano. Non riescono ad accordare il SI (seconda corda) in maniera perfetta, lo si deve sempre ritoccare a orecchio, oppure sono io che ho i timpani perforati....ma non credo.

 

ciao a tutti

Greg.

 

 

CecceTue, 05/18/2010 - 01:03 May 18, 2010

Come diceva Segovia: Il chitarrista passa metà della vita ad accordare la chitarra e l'altra metà a suonare la chitarra scordata.

Nulla di più vero

Spesso di fronte all'evidenza, la potenza della suggestione, è talmente forte da ribaltare la realtà