Lo Slide nell accordatura standard

Author: SandroAgostini / Date: Sat, 10/08/2011 - 03:15 /

In effetti la tecnica slide ਠsicuramente pi๠agevole se applicata su una chitarra preparata “ad hoc”, tuttavia  posso affermare, dopo vent’anni d’insegnamento delle tecniche slide, che ਠpossibile utilizzare questa tecnica efficacemente anche sulla nostra amata sei corde in standard tuning. Ovviamente un piccolo compromesso ਠdoveroso, le corde 011 (al limite le 010) e un manico perfetto rendono lo slide possibile anche con un “action “ normale, vi do qualche indicazione per  iniziare bene :

 

  • Utilizzate lo slide (almeno per iniziare ) sul dito anulare (inserito sulle prime due falangi), ਠpi๠facile da intonare e da controllare nei vibrati.
  • Iniziate con una corda sola ( vi consiglio la 2° B ), dovrete bloccare con il pollice di piatto la 4° 5° e la 6° corda, inoltre bloccate con l’indice la 3° corda e con l’anulare la 1° corda. Questo video di Sonny Landreth ਠun ottimo esempio per comprendere meglio la tecnica da utilizzare :

 

 

A questo punto suoneremo con il medio la 2° corda che sarà  l’unica a poter vibrare garantendo un suono pulito.

  • Proviamo ora a suonare la pentatonica di Am scivolando (molto piano e ascoltando bene l’intonazione) dal 1° al 3° tasto, ricordate che il punto d’arrivo non ਠil legno dove appoggiamo le dita ma il “tasto” metallico.
    Una volta arrivati alla nota desiderata (ricordate, ਠil nostro orecchio che ce lo dice!), applicate un bel vibrato per stabilizzarla. Ora con lo stesso sistema scivoliamo (sempre lentamente) dal 3° al 5° tasto poi all’8° al 10° al 13° e cosଠvia su tutta la lunghezza della corda che ci restituirà  tutta la scala.
  • Proviamo ora a cambiare corda:
    Suoniamo ancora con il solito dito medio il 5° tasto della seconda corda e di seguito (questa volta con l’indice) la terza corda (G) sempre allo stesso tasto. A questo punto il medio stopperà  la 2° corda e potremo suonare con l’indice sulla terza corda (tutte le altre corde saranno ancora stoppate) allo stesso modo la scala pentatonica passando per i tasti 0 (corda vuota) 2° tasto, 5° tasto, 7° tasto, 9° tasto, 12° tasto e cosଠvia,  attenti, calma, intonazione ascolto attento di quello che suoniamo e applichiamo sempre il vibrato. Una volta assimilata la tecnica vi consiglio qualche semplice improvvisazione  su una base in A minore.

 

N.B. immaginate di avere una voce umana e non una chitarra come riferimento, sarà  pi๠facile entrare nel “feeling” corretto e soprattutto, non abbiate  fretta e suonate le frasi molto lentamente ! ascoltate sempre con attenzione quello che fate, il collegamento ”nota-orecchio” deve essere costante ed efficace.Per capire meglio i dettagli della tecnica esecutiva vi consiglio questo mio video “IN ITALIANO”

 

 

Sandro Agostini
http://sandroago.afmusic.it/

Comments

brunoritchieSat, 10/08/2011 - 13:32 October 08, 2011

Bell'articolo.

Sono completamente a digiuno sulle tecniche dello slide guitar e sono veramente interessato a studiarle e ad approfondirle.

Ciao. Bruno

SandroAgostiniSun, 10/09/2011 - 17:42 October 09, 2011

Grazie Bruno, è una tecnica che sta prendendo piede molto rapidamente anche da noi, se osservi con attenzione le ultime produzioni musicali, molto slide fa capolino tra le note !!

Io contituerò a pubblicare quello che so, da grande appassionato di questa tecnica e a condivederlo con voi.

Ciao

lsk73Mon, 10/10/2011 - 12:27 October 10, 2011

Io invece la diffidenza c'è l'ho nell'usare l'accordatura standard!!

In effetti proprio non riesco, mi viene più facile utilizzare un'aperta che cercare di bloccare la vibrazione delle altre corde. Magari utilizzando l'accordatura OPEN G che è sicuramente più veloce da settare quando si è in standard.

Proverò comunque gli esercizi che hai indicato, sicuramente mi saranno molto utili.

Grazie, Ciao