Gibson Double Neck, il Vulcano, J.Page

Author: flenje / Date: Mon, 08/09/2010 - 13:40 /

è passata da poco la mezzanotte

E a pensar chitarre, stavo ripensando alla gentilissima chiamata che mi ha fatto un certo Lauro su una prossima futura realizzazione. Poi si sa la mente divaga e percorre sentieri, autostrade, sino a portarmi sul recente acquisto quasi maniacale di una chitarra sbilanciata, pesante, ingombrante, tamarra, ma incredibilmente bella e affascinante: la Gibson doubleneck. 

La vidi per la prima volta in un negozio in provincia di Vicenza nel 1992, allora mi dissi che l'avrei comprata. Oggi a distanza di tanto tempo l'opportunità  di suonare in una fantastica tribute band ai Led Zeppelin mi ha convinto che comunque questo sarebbe stato  un acquisto giustificabile, meno che il prezzo, quello non èmai giustificabile.

 

 

Non posso scrivere dettagli tecnici perchè non capisco un accidenti, ma vi posso solamente scrivere delle mie sensazioni. Sensazioni di un musicista che suona da tantissimi anni.

Colpisce da subito la custodia, per le dimensioni tipiche d una media tastiera, ma quando la sia apre ci si ritrova una chitarra stupenda e tutti iniziano con esclamazioni. "wow, bestialee, caz",Figataaa, Bellissima, Minghi@@@@, ecc.

A me l'interno della custodia non piace, è un colore troppo smorto, meglio se fosse stata nera, la chitarra però è ben protetta. Nel cassettone troviamo il documento del custom shop, due bustine per l'umidità , una chiave a brugola e i fogli del check con la firma. Ci potevano mettere una tracolla o un cavo..

Ad ogni modo!

Devo fare subito delle piccole modifiche perchà© sono mancino. La prima è inserire la vite del reggi cinghia dal lato opposto, cambio e metto gli strap loock ( ? ), poi devo togliere le corde e montarne delle nuove alla rovescia. Questa operazione si rivela lunga e ostica, sia per il fatto che una parte delle meccaniche sono opposte e mettere le mani ਠdavvvero ostico. Poi il ponte non è come quello di una les paul e la corda esce dalla sua sede, per cui con una mano bisogna tendere la corda e con l'altra avvolgere.  Per adesso non cambierà i capotasti, vediamo come và .

Imbracciarla ਠfantastico, inutile dire che ci si sente un po' Jimmy Page, è ingombrante e leggermente sbilanciata dal lato dei manici, mentre il cambio di switch per passare dalla 12 alla 6 corde è abbastanza comodo anche alla rovescia.

 

 

Questa chitarra suona alla grande, subito Gibson. Il suono della 12 corde ਠpieno e ricco. La 6 corde è molto simile alla Sg diavoletto, il suono perಠsembra più arioso, aperto, non sarಠmica per tutto sto body?. Le dimensioni non sono esagerate e meno di 2 Sg affiancate ( direi una e mezzo ).

Ha moltissimo sustain. La chitarra è rifinita perfettamente in ogni sua parte. A questo punto non rimane che portarla alle serate e suonare Starway to Heaven come l'originale. Però questa chitarrina si presta a suonare tutto, bella tosta, grintosa come le migliori Gibson. Tutto sommato ha deluso le aspettative, mi attendevo una chitarra difficile invece se non fosse per le dimensioni e per il fatto comunque di essere associata a Page la porterei anche per suonare i Cream o i Beatles.

Una chitarra per me fantastica, un icona,,ma...guardo dalla finestra la sagoma del Vulcano, sembra una montagna qualunque, sembra….

flenje

Comments

toccataefugaMon, 08/09/2010 - 14:25 August 09, 2010

ce ne ho avuta una...
montava pickup 490T ai ponti e 490R ai manici, e aveva sustain e suoni corposi come non ho mai sentito su nessuna chitarra.
è stata anche la mia unica 12 corde e per un po' mi ha appassionato proprio per quello.
e una volta placata la gas (non avevo una tribute band degli zeppelin ;-)), si è rivelata comunque un ottimo investimento (e diccelo, dai! non l'hai presa mancina apposta ;-))

la sg che mi son preso ultimamente monta gli stessi pickup, ma il suono non si avvicina neanche lontanamente a quello di una eds.. però devo vedere il lato positivo, e cioè che posso tenerla in spalla 3 ore e portarmela in giro in motorino :-)

buone suonate!!!

ciao
stefano
 

flenjeTue, 08/10/2010 - 01:58 August 10, 2010

grazie! a tutti. , per rispondere a Paolo me la godo finchè campo, non ci penso nemmeno a rivendere un aggeggio del genere. Non la volevo mancina, ho visto solo una foto di una di queste chitarre mancina, ma potrebbe essere che la foto sia stata impaginata alla rovescia, non mi risulta che la Gibson ne faccia.  chi la cerca lefty trova delle chitarre simili a poche centinaia di euro su ebay, poi ci fu la Ibanez che ne fece una copia e l'ho vista sempre di colore bianca. Penso che chi voglia passarsi il piacere possa ripiegare sulla sorella Epiphone, generalmente si trova usata a circa 500,00 E.esteticamente molto simile tranne nella forma della paletta, per il suono non sò.  Stavo pensando comunque che il rodie di J.Page doveva uscire pazzo ogni volta per cambiare e accordare la chitarra sopratutto con le open tuning.

 

 

toccataefugaTue, 08/10/2010 - 08:47 August 10, 2010

anche se la eds1275 è a catalogo, la gibson la produce solo su ordinazione, e, su richiesta, anche mancina.

qua c'è un esempio: http://www.themusiczoo.com/product/4370/1985-Gibson-EDS-1275-Custom-Shop-Edition-Double-Neck-Left-handed-Cherry/

... e comunque la mia era una battutaccia (pardon :-))

ciao
stefano
 

flenjeTue, 08/10/2010 - 18:16 August 10, 2010

 figurati, anzi grazie per la dritta, quindi la produce su ordinazione!!!  ero e sono  molto convinto per la versione normale..  prima che l'attacco di gas svanisse.. quasi ,quasi me ne prendo un altra.... ( scherzo!  )

ciao. Gero.

crisfusionWed, 08/11/2010 - 10:10 August 11, 2010

Bellissima chitarra, l'ho usata per qualche pezzo durante un "concertino" tra amici (non era la mia ma di un carissimo amico e collega chitarrista nonchè zeppeliniano de fero), molto divertente ma dopo 3 o 4 pezzi almeno io sento il bisogno di qualcos'altro.

A lungo risulta pesante e sbilanciata, ma è molto affascinante, purtroppo è una Gibson (chiedo scusa ma io sono un oltranzista dell'altra sponda) obbligatorio suonarci non tanto stairway ma quanto The song remains the same, una goduria....

flenjeWed, 08/11/2010 - 20:30 August 11, 2010

 infatti non ci si può fare un concerto intero.  usarla per the song remain the same e poi starway to heaven comporta un cambio di accordatura che in un locale sui rivelerebbe molto macchinoso., ci vuole un assistente...:-)

ciao

zeppmanThu, 03/08/2012 - 01:34 March 08, 2012

E' davvero tanto tempo che cerco una doppio manico mancina perchè sogno di poter sentire i suoni tipici di questo splendido strumento inimitabile. Non potendo però acquistare una gibson nonostante su musiczoo potrei ordinarla mancina mi son messo un paio di anni fa a cercarne una dal prezzo abbordabile che alla fine avevo anche trovato.. ma la prima operazione da fare per renderla acusticamente accettabile sarebbe consistita nel cambiare tutti gli humbaker in quanto gli originali sono veramente scadenti. Poi sono incappato nel tuo articolo e mi son domandato come fa a suonare con le corde invertite? Ok per i manici ma con le corde che inevitabilmente non possono far altro che ciottolare o non entrare neppure nelle scanalature del capotasto come fa a suonare? non escono dalla loro sede o che so io danno problemi di "rumori" molesti? Non fraintendermi non è una critica bensì una vera curiosità che mi può aiutare in una scelta come la tua spendendo il giusto(per me)e senza toccare humbaker ne altro esaudendo finalmente uno dei miei più grandi desideri!

flenjeThu, 03/08/2012 - 21:01 March 08, 2012

ciao, prenderla mancina è veramente il massimo per noi, ma io alla fine ho scelto la classica, pensando che magari un giorno comunque avrei avuto più probabilità di rivenderla, cosa per altro che non farò mai..

abituato da sempre a suonare chitarre destre cambiando le corde mi ci sono abituato e non ho nessun problema. nel caso specifico come giustamente fai notare, le sellette del ponte della 12 corde hanno bisogno di essere leggermente allargate (non tutte)per farci entrare le corde più grosse, altrimenti bisognerebbe cambiare i ponti, ma mi pare un lavoro esagerato e a questo punto meglio optare per una mancina.
non ho nemmeno cambiato i capotasti, anche qui però ho dovuto limare un poco per far posto alle corde più grosse ( roba davvero infinitesimale )

la suonabilità è eccellente anche se in effetti preferirei avere il manico della 12 corde sopra e non sotto. rimane una chitarra squilibrata, cioè tende a scendere verso il basso dalla parte del manico perchè molto pesante e bisogna suonarla un pò di forza, tenendola in piedi.

potrebbe darti fastidio se usi un jack normale in quanto ci tocchi con il gomito, ma io ci suono lo stesso, e se usi un jack a pipa non te ne accorgi. questo è tutto. il suono è molto bello e per fare solamente alcuni brani basta e avanza. non li cambierei i pick-up proprio per il suo "breve " uso.

nessun rumore molesto, bisogna abituarsi al cambio del selettore per passare dalla 12 alla 6 corde e viceversa oppure tenerlo al centro e avere tutte e due i manici pronti a suonare.

sinceramente non riesco a farci più di 3 -4 brani poi sento il bisogno di toglierla, come se mi mancasse il respiro :-)

ingombrante quindi,sopratutto portarla appresso con la sua custodia che sembra quella di una tastiera.

è una chitarra che ha il suo fascino, e in una tribute band ai Led Zeppelin fa da ciliegina sulla torta, ma certo non si compra per questo.
se sei nei paraggi te la faccio provare volentieri.

ciao. Gero.

zeppmanFri, 03/09/2012 - 00:40 March 09, 2012

Grazie ma sto a Pisa quindi niente.. peccato! Grazie mi hai dato un sacco di info veramente molto utili ed esaustive :)
Ok per tutto, l'unica cosa mi aspettavo che tu avessi spostato i manici come dice di aver fatto il tizio di questo video

http://www.youtube.com/watch?v=XqCXupyOfxs&feature=player_embedded#!

In verità nutro qualche dubbio sulla sua veridicità in quanto come appare nel video dovrebbe anche aver ribaltato il pickguard (nel qual caso non ci potrebbe essere la bordatura bianca alle estremità e si dovrebbe poter scorgere qualche imperfezione nella parte alta del corpo in prossimità dei buchi per le viti tolte del battipenna)ma potrebbe anche averne preso uno nuovo mancino (del quale però non fa menzione) e aver mimetizzato i buchi molto bene..
Lui dice di aver se non ho capito male sbullonato i manici(cosa possibile a suo dire sulla epiphone) e invertiti. Che ne pensi? Anche i fori dei ponti e sellette combacerebbero nella nuova posizione?
Penso che l'acquisto lo farò se tutto gira per il verso giusto tra un mesetto con una epiphone e mi piacerebbe tanto saper già dove metter le mani facendo un lavoro fatto bene..
Certo che se penso a quante menate gli toccano ai mancini per suonare uno strumento che è di larghissima diffusione per i destri mmmmmmmm