Di Marzio Tone Zone Vs. Seymour Duncan Screamin' Demon

Author: Strat1 / Date: Tue, 03/10/2009 - 01:20 /

Vediamo qualche dettaglio.

Un dato da cui possiamo partire per questa intervista parallela ਠla resistenza dichiarata; la regola generica direbbe (ma non ਠsempre vero) che pi๠la resistenza ਠalta, pi๠il p.u. va verso territori spinti.  Per come la vedo io pi๠la resistenza ਠalta, meno il suono del pick up sul suono pulito ਠgradevole in quanto va via via perdendo parte della gamma alta. Non a caso i pick up pi๠"rispettati" sono invariabilmente pick up a uscita bassa o medio bassa (6-7 kohm, anche meno per i single e 7-8, anche pià¹, per gli humbuckers).

Bene, il Duncan SD riporta un valore di 10 k, mentre il TZ dichiara ben 17,3 k. Sono valori nettamente diversi, che già  possono essere un indizio per la scelta. Se ci basiamo solo su questi dati allora sceglieremo il primo per fare del classic-rock con una punta di modernità  nel suono mentre andremo sul secondo se vorremo valorizzare il nostro canale high-gain e far tremare il pianeta coi palm-muting.

Per ciಠche mi riguarda, attualmente tengo il Duncan montato sul Les Paul Custom e il Tone Zone sulla Strat HM, che sono due chitarre che interpretano alla perfezione il ruolo appena descritto, ovvero la prima una classica rock-machine, la seconda una perfetta heavy-metal weapon.

 

Abbiamo parlato della diversità  tra i due, cerchiamo di vedere adesso in cosa sono uguali.

Sono uguali principalmente in un concetto teorico, cioਠnell'essere entrambi pickup di alta classe, di alto livello. Pickup, insomma, dei quali ਠdifficile pentirsi della scelta, pick up che danno estrema soddisfazione nell'uso e per i quali la "destinazione d'uso" che ho detto sopra non ਠper nulla vincolante, ma solo indicativa. Suonare un blues col TZ ਠtranquillamente possibile esattamente come fare del metal con l'SD.

Passando ai dati oggettivi, notiamo che, "casualmente", i magneti di entrambi sono in Alnico V; sarà  una coincidenza, ma tutti i p.u. che amo sono in alnico, mentre in tutti i ceramici full size ho sempre trovato una punta di asprezza che non ho mai gradito (faccio un'eccezione per il Di Marzio Super Distortion). Tutto ciಠdetto riguarda la produzione di humbuckers full-size.

Ma non potrei dire di amare questi due p.u. se non possedessi anche le versioni "single sized" (quelle che ormai erroneamente quasi tutti identificano col termine "mini humbuckers", sgrunt). Ebbene, non solo li possiedo, ma sono proprio questi i p.u. che suono quasi giornalmente nel mio gruppo, mentre gli altri descritti sopra li uso a livello amatoriale di tanto in tanto, nei momenti liberi, oppure in sala di registrazione, dove ਠpossibile avere pi๠libertà  nella scelta dei suoni. La mia ascia principale per i live e le prove ਠinfatti, da molti anni,  questa strato:

 

 

 

Ebbene, parliamo sempre di due grandi prodotti, ma mi permetto di contestare alcune scelte di marketing.

Principalmente la scelta dei nomi. Se uno ha un TZ full size si apetterebbe di avere praticamente lo stesso pickup in un TZ single sized. In realtà  si tratta di cose radicalmente differenti. Tanto per cominciare, in entrambi questi single sized, il magnete non ਠpi๠in Alnico V ma in ceramica; e già  questo ਠcontestabile.

Ma anche le prestazioni indicano differenze sostanziali, in particolare per il Di Marzio. Avevamo detto che il full size ha una resistenza di 17 e passa kohm; il single sized invece fa un bel salto all'indietro a 12,39. Nello Screamin' Demon assistiamo al processo inverso e passiamo da 10 a 13,35; ma vi sembra una cosa ragionevole che portino lo stesso nome?

 

 

Tranquilli, una volta montati passa tutto; anche qui abbiamo l'impressione di suono di classe, sebbene, potendo scegliere, preferisco sempre la versione normale di entrambi. Direi che la cosa che si nota di pi๠rispetto ai fratelli maggiori ਠuna perdita di impatto nei palm muting, ma ਠchiaro che se uno imposta il suo playing su questi e su roba tipo dive bombing e armonici artificiali, già  in partenza opterà  per uno strumento differente da una strat-style.

Parlando di suoni puliti raccomando comunque, per entrambi, di adottare, su una classica configurazione Stratocaster, una circuitazione auto-splitting in posizione 2, per usare solo una delle due bobine in accoppiata al p.u. centrale e non perdere il caratteristico suono della strato.

In sintesi, ci si potrà  domandare: ma insomma, questo qui usa principalmente una chitarra, ma allora su questa chitarra cosa monta? E' presto detto, non so rinunciare a nessuno dei due; quindi ogni 3-4 mesi tolgo uno e monto l'altro. Facile, no?

Strat1

Comments

AlexUnderTue, 03/10/2009 - 10:37 March 10, 2009

Ciao ti pongo alcune domande, perchè non è che abbia capito granchè.
Cioè, non ho nemmeno capito tu quale versione possiedi, quella miniHB che vedo montato sulla Strat, o anche la versione HB normale?
In questo caso stai parlando di 4 chitarre diverse, che suoneranno in modo diverso, quindi le differenze tra i PU quali sarebbero? solo che uno è più spinto e l'altro meno?
Io possiedo un mini HB, l'HotRail Duncan(tanto vituperato) come suono è freddo, lancinante, molto stridulo, ma era l'unica maniera, per me, con una sola chitarra di fare diversi generi.
Su una strat questo tipo di PU di solito da una colorazione moderna, a molti non piacciono affatto.
Io stesso preferirei di gran lunga avere una chitarra con doppio HB(tipo LP o SG, Axis) lasciando la strato con 3 single.
Questi Pu secondo me vanno presi per quello che sono, delle vie di mezzo, quasi ibridi, che fanno bene il loro sporco lavoro, ma a livello sonoro, non possono competere sullo stesso piano nè con i single per i puliti, ne con gli HB classici come armoniche generate sui distorti.
Questo non toglie che siano spesso ottimi PU, di qualità.
Ma sono aspri, ecco la parola che cercavo: aspri è proprio quello che cercavo per farti capire.

> non so rinunciare a nessuno dei due; quindi ogni 3-4 mesi tolgo uno e monto l'altro

Ma davvero?!?!
:-O
Oddio! Benvenuto in questa gabbia di matti! :D
Che grande!
;)


La risposta è dentro di te...epperò è sbagliata. - Quelo
AlexUnder .::Mururoa::.
Strat1Tue, 03/10/2009 - 12:02 March 10, 2009

Purtroppo può capitare che la sintesi vada a cozzare con la chiarezza; d'altro canto io sono il primo che si scoccia a leggere articoli lunghi, quindi cerco di scrivere poco.

Provo a rispondere schematicamente alla tue domande.

1. Si, li ho tutti e 4, Tone Zone single sized e full size, Screamin' Demon single sized e full size.

2.E' chiaro che non si può prescindere, per un pickup, dal cercare di tener presente su che chitarra è montato; ho solo voluto accostare due pickup per alcuni versi differenti, ma per altri perfettamente sostituibili l'uno con l'altro.

3.Un pò più articolato deve essere il discorso che è il cuore del tuo intervento. La chiave è solo nel cercare di capire cosa si vuole. Le mie esigenze sono abbastanza normali: ho bisogno, in una parola, di versatilità.
Quando suono nella tribute band Police, sto tranquillo, uso una Telecaster perchè mi servono solo quei suoni. Ma nella mia band principale questo non esiste, sono molto più "libero" nei suoni, non faccio blues, non faccio rock'n'roll,  non faccio jazz, faccio tutto e niente; non ho un guitar-tech, non ho un tir, porto appresso solo due chitarre; per la mia chitarra principale ho scelto di avere sia suoni da single (coi Fralin al manico e al centro) per i puliti, che suoni più spinti e moderni, quindi  ho optato per un humbucker. La sorte ha voluto che mi sia innamorato di entrambi questi pickup, quindi ci ho scritto quelle due righe per condividere un'esperienza positiva; tu hai montato un humb sulla strato e per te è stata un'esperienza negativa; càpita. Tu dici che l'humb sulla strato dà una colorazione moderna; a me sta benissimo, è proprio ciò che voglio; quando voglio suoni più tradizionali, in casa o in registrazione, cambio chitarra, ma nel suonare quotidiano a me serve una chitarra versatile.
Ti faccio un altro esempio: ho un JCM900 che suona molto meglio della mia Engl Screamer, ma è monocanale; quindi me lo suono a casa oppure in sala di registrazione; invece la mia fida compagna nei concerti è sempre la Screamer, che suona di sicuro meno bene, ma ha 4 suoni, e dal vivo è ciò che mi serve.

Infine, se posso permettermi, un invito: dai una possibilità alla tua strato, regalale un humb un pò meno esagerato dell'Hot Rail.

Marco RositoTue, 03/10/2009 - 11:49 March 10, 2009

Sono sempre stato curioso di sentire come suona il mini Screamin' Demon. Tempo fa volevo metterlo sulla strato poi optai per il Jeff Beck. Che effettivamente si è dimostrato asprino al ponte sulla strato. Ma spaccava letteralmente (mai ottenuto un suono così bello) al manico di una ibanez rg 670. Soprattutto splittato sembrava di suonara una strato niente male. Purtroppo paragonandoli con i fratelli maggiori spesso non reggono il confronto. Anche a livello di sonorità: spesso è solo il nome uguale. Però sono una bella invenzione non c'è che dire. Permettono di non modificare invasivamente la chitarra e danno molta versatilità. Per non parlare di quelli a bobine sovrapposte che permettono di avere strumenti noiseless. Che in situazioni da palco non fa mai male.

Strat1Tue, 03/10/2009 - 12:26 March 10, 2009

Comunque sia tu che AlexUnder parlate di p.u. più potenti del Demon; il JB Junior sta a 16k, e l'hot rails a quasi 17. Anche io non amo tanto i p.u. troppo spinti, non mi servono proprio per la musica che suono.

Concordo alla grande che i single non reggano il confronto, quanto a impatto, coi regular, ma, alla fine, se non si suona devastante, che bisogno c'è? Prendiamoli per quello che sono, cioè p.u. che hanno in comune solo il nome commerciale.

Strat1Wed, 03/11/2009 - 21:51 March 11, 2009

Lol, bene o male quelli siamo; mi piace giracchiare per siti, ho trovato questo e mi pare proprio ben fatto, di ottimo livello.

L'Arma Totale è a riposo, per adesso; è troppo da "anni 90".

Kernel7Wed, 03/11/2009 - 16:28 March 11, 2009

Complimenti per l'articolo , ma soprattutto ... per la Strat! Tamarrissima come piace a me :)) E' un'assemblata?

Ciao,
Emanuele

_________________________________________
"Potevo attraversare litri e litri di corallo
per raggiungere un posto che si chiamasse Anarchia"

Strat1Wed, 03/11/2009 - 21:49 March 11, 2009

Grazie :-))

Si, è un'assemblata, e mi ci trovo troppo bene.

Prog_MetallerMon, 08/24/2009 - 18:08 August 24, 2009

Ciao! inanzitutto...ti faccio i miei complimenti x la tua strato!! davvero bella!!...volevo solo dirti come la penso...in quanto ho avuto il tone-zone sia mini-hb che full-size....

attualmente uso il " grande " su la mia ibanez 1570 al manico...( mi dirai che non centra nulla )...ma una cosa x volta

al manico sprigiona calore e potenza di suono a volontà...e allo stesso tempo riesce a mantenere la dinamica sonora strillando armonici a tutta birra^^....è vero che io suono metal- rock ecc...ma abbassando  un po il gain dal volume principale della chitarra...si riesce comunque a ottenere suoni cicciotti e non estremi..x passare comodamente al blues o cose + tranquille!...

Dimenticavo i puliti xD....come avrai notato di tuo...il tone zone splittato è una favola!!!

a differenza dell'altro chjitarrista del mio gruppo ( che usa i seymour )..esattamente gli hotrails e il tuo ...su di una strato....ha comunque un suono molto bello ...e non si puo metter bocca...ma a mio gusto rimane sempre + freddo...e meno definito come suono...( lui ha il mini hum )...

tutto questo per dirti..ancora complimrenti per la chitarra!!! e rimani fedele al tonezone !!!!

non vorrei dire una bestemmia..ma hai mai provato a mettere il dimarzio al manico....e il seymour al ponte ??....sarebbe un esperimento che io proverei....e mi risparmierei ogni 3 mesi di cambiare p.u.

bye!! ;)                        Teo